La mia più grande paura.

Mi mancava tanto scrivere ma per vari problemi purtroppo non sono riuscita. In questa notte insonne, voglio parlarvi di una cosa un po’ personale: la mia più grande paura da quando sono mamma.

Come vi accennavo prima non sono riuscita a scrivere perché sono stata parecchio male e in questo ultimo periodo ho riflettuto su parecchie cose e mi sono resa conto che ho una paura immensa che sto cercando di gestire nella maniera più “tranquilla” con la medicina naturale del “sorriso”. Io non ho mai avuto paura di niente, le esperienze negative mi hanno rafforzata talmente tanto da non temere nulla. Ma da quando sono mamma tutto è cambiato!

Immagina di stare male, di non riuscire nemmeno ad alzarti, di non riuscire nemmeno ad accudire il proprio bambino e nel frattempo devi mantenere la calma per lui e per il piccolo che cresce dentro di te e non avere nessuno su cui contare perché si è distanti da tutti gli affetti, non avere dei vicini disponibili perché hanno una mentalità diversa o magari sono impegnati con il lavoro, e tu sei lì che cerchi di farti forza da sola e affrontare il momento, un momento che vorresti soltanto essere aiutata da qualcuno che ti dica che tutto andrà bene. Ecco, cosa faresti?

E’ nata una paura in me, una paura a cui non avevo mai pensato: lasciare soli i miei figli! Si, perché se mi dovesse succedere qualcosa, cosa succederebbe a loro e a tutto il resto? Se una mamma che vive da sola distante da tutti, con un marito che non c’è mai per lavoro e si ammala, chi si prende cura dei bambini, della casa, della spesa, della biancheria, della cucina? Un aiuto esterno? Certo se sei benestante, ma se non lo sei? Se la tua famiglia non può raggiungerti? Credetemi, non so se a qualcuno sia capitato o si ritrova nella mia stessa situazione, ma è stato davvero brutto! Questo è quello che è successo a me e mi ha fatto capire che una mamma non può crollare!

Sarà che sono incinta e quasi al termine da non sentirmi così forte, sarà che anche questa seconda gravidanza la sto vivendo in piena solitudine o sarà che sono io a sbagliare qualcosa, ma ho avuto tanta paura! Sono stata davvero male e in quel momento ho sperato con tutta me stessa di riprendermi il prima possibile, e più guardavo gli occhi di mio figlio che guardava i miei in lacrime e più avvertivo una forza dentro di me e una voce interiore che mi sussurrava “non mollare!”

Alla fine sono riuscita a superare quel brutto momento e adesso cerco di non “strafare” e stare più al riposo possibile anche se con un bambino di 14 mesi non è semplice! Questo per dirvi che quando si hanno dei figli, succede anche questo! Dobbiamo essere delle vere e proprie guerriere proprio come gli animali che nutrono i loro cuccioli, lottano ogni giorno per proteggerli e leccano le loro ferite da soli. Dobbiamo essere forti per loro, per noi stesse e per la famiglia che abbiamo creato con tanti sacrifici! Dobbiamo essere forti per poter trasmettere ai nostri figli un messaggio che ricorderanno per sempre: “non arrendersi mai!”

Avete avuto esperienze simili? Come avete gestito il momento? Mi piacerebbe tanto leggere le vostre esperienze.

Scusate l’articolo un po’ insolito ma volevo condividere con voi anche questo e anche se apparentemente può sembrare molto triste nel leggerlo, posso dirvi che un episodio così spiacevole mi ha fortificata ancora di più e quando mi sono ripresa del tutto, ho avvertito un energia così positiva che sembra quasi mi abbia aiutata ad andare avanti!

A tal proposito volevo condividere con voi una breve poesia che trovo bellissima e che mi ha fatto riflettere tanto soprattuto in questo periodo, l’ho scoperta recentemente in un libro e risulta essere un’antica poesia indiana:

Gli ho chiesto la forza
e Dio mi ha dato difficoltà per rendermi forte.
Gli ho chiesto la saggezza
e Dio mi ha dato problemi da risolvere.
Gli ho chiesto la prosperità
e Dio mi ha dato muscoli e cervello per lavorare.
Gli ho chiesto il coraggio
e Dio mi ha dato pericoli da superare.
Gli ho chiesto l’Amore
e Dio mi ha affidato persone bisognose da aiutare.
Gli ho chiesto favori
e Dio mi ha dato opportunità.
Non ho ricevuto nulla di ciò che volevo
ma tutto quello di cui avevo bisogno.
La mia preghiera è stata ascoltata

 

…e voi cosa ne pensate?

Grazie per la visita e un abbraccio a tutti voi.
Roberta ❤️

Annunci

Pubblicato da

Ambiziosa, determinata e indipendente già dai primi passi verso il mondo esterno. Amante del sorriso e della positività. Ex stacanovista che ha completamente rivoluzionato la sua vita rischiando e abbattendo la sua zona comfort. Adora il contatto umano come nutrimento dell'anima e la condivisione di esperienze, elementi essenziali, che hanno contribuito all'apertura di questo "contenitore di emozioni" realizzato con il cuore... di una donna, neomamma, moglie e instancabile sognatrice!

6 thoughts on “La mia più grande paura.

  1. Ciao Roberta! Mi ero un po’ persa ultimamente ed ho smesso di leggere i blog così da tanto tempo che… Tu sei in dolce attesa, che bello! Congratulazioni!.
    Sai, molto spesso anch’io ho pensieri come i tuoi… Paure assurde, di addormentarmi e di non svegliarmi più o di venire a mancare di punto e in bianco…. Di non esserci più per loro. Poi mi faccio forza e spero che ciò non accada mai…
    Credo che sia una paura che accomuna tutte le mamme perché vorremmo essere sempre presenti per i nostri figli.

    Liked by 2 people

    1. Ciao cara 🤗 è un piacere risentirti, spero stai bene! Grazie mille ☺️ si di nuovo con il pancione e per fortuna manca poco .. Sai, mi rincuora leggere le tue parole e sapere di non essere l’unica ad avere questi pensieri! Delle volte penso di essere io troppo debole e invece hai ragione, probabilmente siamo un po’ tutte così…Spero di non perdere mai la forza di lottare 💪🏻

      Liked by 1 persona

  2. Penso sia una cosa normale avere questi pensieri per una mamma incinta con un bambino piccolo.
    Specialmente se vive lontano dai familiari.
    Hai detto bene, noi mamme dobbiamo essere forti!
    Ma siamo anche persone con le nostre fragilità. Saper riconoscere e già un gesto di grande coraggio, a mio avviso.
    Poi sai, Roberta, con l’età ho imparato che spesso farsi troppe domande con risposte difficili e/o impossibili da trovare, alimenta ancora di più le nostre preoccupazioni .
    Se e quando, si manifesterà una situazione come quella descritta da te, vedrai che Dio ti indicherà la soluzione e la strada giusta da seguire.
    Ti abbraccio forte 😘

    Liked by 2 people

    1. Soltanto adesso mi sono resa conto che c’era un tuo commento tra lo spam, non capisco come sia possibile e mi dispiace tanto.
      Sono davvero felice di aver letto le tue parole, riesci sempre a trasmettermi una bellissima “serenità interiore”, non so come spiegare, ma ogni volta sento un senso di benessere ed energia positiva. Credo che le persone che riescono in questo, come te, siano persone straordinarie ❤ !
      Concordo pienamente con te, anche se sarà davvero difficile non pensarci, perché la paura delle volte mi sovrasta, cercherò in tutti i modi di gioire per il prezioso dono che la vita mi ha offerto e nei momenti di difficoltà, cercherò di non sentirmi sola perché nel mio cuore saprò come affrontare quell'orribile momento. E questa sarà la mia forza! Grazie di cuore, ti abbraccio forte anch'io 🤗

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...